Blog dell'Efficientamento Energetico per le Aziende

Teleriscaldamento a Biomassa: quanto conviene?

[fa icon="calendar"] 11-dic-2017 11.00.00 / da Francesco Tosi

Francesco Tosi

Teleriscaldamento a Biomassa: quanto conviene?
Il teleriscaldamento è un sistema sano, pulito, efficiente ed economico per produrre calore, che permette di diminuire le emissioni e ridurre sensibilmente gli oneri di gestione. Abbinato alla biomassa assicura elevati rendimenti nel pieno rispetto dell’ambiente.

Negli ultimi anni la biomassa ha registrato un enorme successo, non solo negli impianti di riscaldamento residenziale. Molti teleriscaldamenti, industrie e strutture commerciali hanno riconosciuto i vantaggi legati all’utilizzo di una fonte energetica rinnovabile come il legno e hanno deciso di convertire le proprie centrali termiche tradizionali installando moderni impianti di riscaldamento alimentati a biomassa.

Riscaldamento Industriale a Biomassa: i vantaggi

  • Sempre più aziende stanno sviluppando una mentalità green e cercano soluzioni per il riscaldamento industriale ecologiche e sostenibili, che portino vantaggi anche all’ambiente e al clima. La biomassa, in quanto fonte di energia a CO2 neutra, risponde perfettamente a questa esigenza. La quantità di anidride carbonica emessa durante la combustione del legno si può considerare nulla in quanto è la stessa che si sarebbe prodotta dalla fermentazione e decomposizione naturale della pianta.
  • A spingere sempre più aziende a passare alla biomassa ha contribuito anche il costo del combustibile. Il legno è decisamente più economico del gasolio e garantisce minori oscillazioni di prezzo rispetto ai combustibili fossili.
  • Altro punto a favore è l’approvvigionamento della materia prima. La legna è disponibile su tutto il territorio nazionale in grandi quantità, quindi non c’è bisogno di ricorrere a lunghi e dispendiosi trasporti per recuperarla. In molti casi, permette anche di risolvere i problemi legati alla gestione e allo smaltimento degli scarti di lavorazione del legno o alla pulizia delle aree boschive, trasformando i residui in risorse.

A livello di prestazioni, una moderna caldaia automatica a biomassa con tecnica di combustione a griglia mobile assicura rendimenti elevati (fino al 92%) e bassi costi di manutenzione.

Prima di scegliere il generatore più idoneo bisogna sempre valutare con attenzione la qualità e la quantità del combustibile a disposizione o reperibile dalla filiera locale. Le caratteristiche qualitative del cippato per uso energetico, ad esempio, sono definite dalla norma UNI EN ISO 17225–4:2014.

Qui trovi maggiori info sull’utilizzo della biomassa legnosa per il riscaldamento industriale

Teleriscaldamento a Biomassa alla Fondazione Mach di Trento

Solitamente si sente parlare di teleriscaldamento in riferimento a quartieri o grandi centri residenziali. A Milano, ad esempio,il complesso Milanofiori utilizza una rete di teleriscaldamento che soddisfa perfettamente il fabbisogno di appartamenti, uffici e negozi.

Oggi, però, sempre più Enti e Istituti si stanno orientando verso questo tipo di tecnologia. È il caso della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (TN), una struttura didattica fondata nel 1874, che si occupa di ricerca, formazione e consulenza in ambito agro-alimentare e forestale.

Dato il suo interesse a valorizzare le biomasse legnose del Trentino, la Fondazione ha optato per un impianto di teleriscaldamento a biomassa, alimentato con cippato di legno locale, per la produzione di acqua calda sanitaria e il riscaldamento di tutto il complesso.

Installando nella centrale termica una caldaia a biomassa è possibile sfruttare una fonte alternativa e rinnovabile come il legno per produrre energia termica in maniera ancora più conveniente.

Realizzato nel 2007/2008, l’impianto è stato riqualificato nel 2014 per adempiere alle nuove e più restrittive leggi regionali sulle emissioni in atmosfera e per aumentare ulteriormente l’efficienza energetica della centrale termica.

Assieme alla nuova caldaia a biomassa VITOFLEX 300-FSR con potenza 3,3 MW è stato installato un filtro elettrostatico e un nuovo impianto estrazione fumi con camino.

La griglia mobile piana del generatore Vitoflex 300-FSR ha un movimento controllato, lento e continuo. Questa tecnologia permette al combustibile di avanzare nella prima camera di combustione in maniera graduale, evitando così brusche cadute da una zona all’altra dalla griglia. Ciò permette di ridurre, già in questa fase, la formazione di polveri.  Il processo di combustione si completa nella seconda camera, anch’essa rivestita in mattoni refrattari, strutturata per ridurre l'emissione di NOx al camino.

Oltre che ecologica, la caldaia Viessmann è anche particolarmente efficiente. Il moderno generatore a cippato ha permesso alla Fondazione di migliorare l’efficienza energetica della rete di teleriscaldamento rispettando i restrittivi limiti di emissioni in atmosfera .

Ora che conosci tutti i vantaggi del teleriscaldamento a biomassa, richiedi subito la consulenza di un nostro esperto per capire come efficientare al meglio la tua centrale termica.Consulenza Esperto Viessmann Industriale

Categorie: Biomassa, Teleriscaldamento

Francesco Tosi

Scritto da Francesco Tosi

Dopo aver conseguito una laurea in Ingegneria Civile, ha iniziato a lavorare presso Viessmann nell'ufficio tecnico, dando supporto e consulenza a progettisti ed installatori. Esperto in impianti a biomassa, oggi è responsabile di commessa per gli impianti con alimentazione automatica a cippato e pellet. Segue lo sviluppo di ogni impianto, dalla fase di studio preliminare fino all'installazione in cantiere e alla messa in funzione dell'impianto realizzato.