Blog dell'Efficientamento Energetico per le Aziende

Riscaldamento serre agricole: riqualificazione energetica a Cuneo

[fa icon="calendar"] 7-lug-2017 17.00.00 / da Davide Burrato

Davide Burrato

coltivazione-serre-pomodori-cuorebue.jpg

La possibilità di puntare su impianti di riscaldamento innovativi in grado di garantire un funzionamento affidabile e risparmio energetico rappresenta indubbiamente un investimento per le aziende. In questo articolo presentiamo un esempio significativo di impianto di riscaldamento efficiente per una serra agricola realizzata con i prodotti Viessmann. 

L’azienda agricola Maurizio Costantino a Bra (CN) è una consolidata realtà del settore della coltivazione in serra, dove la coltura prevalente è quella del prestigioso pomodoro cuore di bue. Maurizio Costantino è uno dei pochi produttori italiani di questa specie che troviamo sui banchi dei supermercati con il marchio Ortogranda. 

L’azienda ha recentemente deciso di riqualificare completamente una serra dal punto di vista tecnologico con modernissimi sistemi di irrigazione, controllo della qualità dell’acqua e, dato significativo, il sistema di riscaldamento.

Nello specifico, l'erogazione del calore è passata a essere di tipo basale a media temperatura, abbinata a circuiti di crescita a bassa temperatura. Per i diversi settori della serra sono stati poi installati dei miscelatori, che permettono di gestire il tutto e che sono, a loro volta, comandati dal sistema generale di supervisione e controllo.

La circolazione dell’acqua è affidata a gruppi di pompaggio dotati di inverter.


Riscaldamento Serre Agricole: la Centrale Termica

L’esperienza del titolare dell’azienda agricola si è espressa da subito sottolineando di volere un impianto dalle alte performance in termini di rendimento e facilità di gestione. Nella località di installazione della centrale termica esiste una rete di gas metano che ha posto il vincolo di un’erogazione massima di 250 m³/h, prossima a coprire il fabbisogno massimo della serra, ma non del tutto. Per tale motivo sono state installate due caldaie, una a gas metano, per tutta la portata termica usufruibile, e una alimentata a gasolio, per coprire il picco di domanda di calore e quale porzione di backup.

Le caldaie scelte sono ad alto rendimento con camera di combustione low-nox a tre giri di fumi in abbinamento a bruciatori modulanti anch’essi del tipo low-nox.

Vediamo la situazione nel dettaglio.

MODELLI CALDAIE

  • Vitomax 200 LW, caldaia per acqua calda da 2300 kW per temperature di mandata fino a 110°C
  • Vitoplex 200, caldaia a gasolio efficiente da 525 kW 

DATI DELLA SERRA

  • Tipologia: serra a campate multiple con tetto semicircolare
  • Dimensioni in pianta: 15.565 mq
  • Volume: 79.288 m³
  • Materiale di copertura: PE film singolo U = 8.0 W/mqK

DATI DELL’IMPIANTO

  • Località: Bra (CN)
  • Zona climatica: E (gg2614)
  • Esterna massima di progetto: -8°C
  • Interna minima operante: +13°C
  • R. operante: compresa tra 60 e 90%
  • Ore previste di utilizzo anno: 1.800

L'intervento ri riqualificazione energetica operato nella sera ha consentito all'imprenditore di ottenere grandi risparmi, sia in termini ambientali che economici.

Entrando nel dettaglio, sono state ridotte in maniera significativa sia le di CO2 sia i consumi di gas metano rispetto alle caldaie utilizzate in precedenza (-15.000 m³/anno), generando un risparmio annuo di quasi 12.000 €!

 

Vuoi saperne di più sulle tecnologie più efficienti da installare nella tua azienda? Scarica la nostra guida alla sopravvivenza energetica per le aziende. All’interno troverai caratteristiche, consigli e casi di successo per capire come efficientare al meglio la tua azienda riducendo i consumi.

guida sopravvivenza energetica

Categorie: Riscaldamento Serre Agricole

Davide Burrato

Scritto da Davide Burrato

Progettista termotecnico ed esperto in impianti a biomassa a servizio dell’industria, del teleriscaldamento e del settore agricolo. Riveste la carica di key account manager per Viessmann Italia.