Blog dell'Efficientamento Energetico per le Aziende

Cosa sapere sul riscaldamento per capannoni industriali

[fa icon="calendar"] 20-giu-2017 17.00.00 / da Massimo Avesani

Massimo Avesani

riscaldamento-capannoni-industriali_viess.jpg

Apparecchiature installate ad hoc considerate “irradianti” o meglio optare per un impianto che recupera il calore prodotto in fase di lavorazione per riscaldare i locali? È necessaria una valutazione preliminare per definire le caratteristiche del capannone (altezza, metodo costruttivo, quante e quali zone riscaldare e le ore di riscaldamento giornaliere), ma soprattutto è necessario mettere nero su bianco tutti gli obiettivi dell’azienda.

Le tecnologie per il riscaldamento dei capannoni di produzione più utilizzate a oggi sono:

  • Generatori d’aria calda
  • Tubi microforati
  • Riscaldamento a pavimento
  • Sistema radiante
  • Termostrisce elettriche

Molti di questi utilizzando come fonte di energia il gas, altri invece l’energia elettrica. L'importante è che alla base ci sia un impianto in grado di soddisfare le esigenze termiche ed elettriche dell’intera struttura.

I nostri tecnici Viessmann, grazie a una speciale applicazione che utilizzano direttamente in sede per inserire i dati forniti dal cliente, sono in grado di dare una prima stima di risparmio che potrebbe portare un nuovo sistema di produzione di energia confrontandolo con quello attualmente installato (richiedi anche tu la consulenza di un nostro specialista).

Se hai notato un aumento nei consumi e vuoi ridurli, prima di decidere quali prodotti siano i più adatti per la tua azienda dovresti definire gli obiettivi da raggiungere. Questo è fondamentale per lavorare direttamente sui tuoi bisogni per individuare la corretta soluzione.

Ricordati che tutti i prodotti sono ottimi, ma solo alcuni di questi si adattano perfettamente alle specifiche esigenze personali.

 

Per concretizzare quanto detto, ti presentiamo un intervento di successo realizzato dall'azienda GAI Spa, leader nella produzione di attrezzature per l’industria enologica, olearia, della birra e dei liquori.

In questo caso, gli obiettivi erano sin da subito chiari e definiti:

  • Aumento della produzione di energia termica ed elettrica di circa il 60% per coprire l’ampliamento dello stabilimento.
  • Garantire la continuità elettrica (1.500 kW) allo stabilimento che opera tutti i giorni 24/h
  • Integrare gli impianti già esistenti
  • Mappare dettagliatamente i consumi delle utenze termiche ed elettriche
  • Ridurre il costo di acquisto dell’energia dai fornitori


Riscaldamento per capannoni industriali: per raggiungere l’efficienza energetica 

Lo stabilimento di Ceresole d’Alba (CN) dispone di una superficie di circa 35.000 m² coperti per un fabbisogno energetico annuo pari a 4 GWh elettrici e 5 GWh termici totali (2,8 GWh termici caldi e 1,58 GWh per il raffrescamento).

Le lavorazioni di precisione e le macchine utensili necessitano di parametri elettrici di alimentazione stabili e di una continuità di servizio immune da dannosi buchi di tensione e disturbi di rete. L’impianto installato all’interno dell’azienda, è composto da 3 cogeneratori Vitobloc Viessmann, uno da 238 kWel e 363 kWth  e due da 530 kWel e 660 kWth abbinati a un impianto fotovoltaico da circa 2.100 kWp, soddisfano quasi completamente il fabbisogno energetico dell’azienda.

A completamento dell’impianto sono stati installati i pannelli solari termici su una superficie totale pari a 360 m² mentre tutta l’energia termica prodotta dal cogeneratore insieme a quella termica, viene accumulata in 3 serbatoi per un totale di 220 m³.

Con questa tipologia d’impianto l’uso del combustibile si è quasi azzerato tanto da affermare che la GAI Spa rientra nelle aziende che hanno raggiunto l’autonomia energetica. In termini ambientali, si stima una riduzione delle emissioni di CO₂ di circa 1.000 tonnellate l’anno.

L’innovativo sistema energetico installato presso GAI Spa, denominato ASPEC, (Albasystem Power Energy Control), progettato e brevettato da Albasystem e destinato all’ottimizzazione delle fonti energetiche e dei sistemi di co-trigenerazione, è stato insignito del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2015, istituito su scala nazionale da Legambiente.

Vuoi saperne di più sulle tecnologie innovative che ti permettono di risparmiare fino al 50% sui costi energetici? Scarica la “Guida gratuita alla sopravvivenza energetica per le aziende” in cui abbiamo raccolto consigli e casi di successo per aiutarti a fare la scelta più giusta per efficientare al meglio la tua azienda. Clicca qui sotto per richiedere la tua copia gratuita in formato pdf.

guida sopravvivenza energetica

Categorie: Riscaldamento Industriale

Massimo Avesani

Scritto da Massimo Avesani

Esperto di impianti di cogenerazione, ha sempre lavorato nel settore della climatizzazione e energia, in Viessmann Italia, nell'ufficio prevendita si è occupato di tutte le tecnologie proposte dall'azienda. Con l'avvento della cogenerazione in Viessmann Italia, si è occupato di tutti gli aspetti inerenti all'introduzione sul mercato di questa tecnologia, che vanno dal supporto alla progettazione, alla messa in funzione delle macchine e dell'organizzazione del servizio di post vendita.