Il Blog dell'Efficientamento Energetico per le Aziende

Progettazione impianti industriali: gli step per un’ottima riuscita

[fa icon="calendar"] 20-mar-2017 11.00.00 / da Davide Burrato

Davide Burrato

progettazione-impianti.jpg

La progettazione, com'è noto, è alla base della realizzazione di ogni progetto. Perché sia efficace è necessario prima valutare tutti gli aspetti legati alle esigenze del cliente, alle prescrizioni di legge e agli investimenti di capitale, poi bisogna considerare tutte le parti che costituiscono l’impianto. Solo a questo punto si può iniziare a parlare di quantità e di costi. Un discorso apparentemente banale, ma che molto spesso non si traduce nella realtà dei fatti.

Sovente il progettista viene interpellato a lavori iniziati o comunque dopo che sono state prese le decisioni preliminari che definiranno l’esito dell’opera. Il più delle volte questo non avviene per sfiducia nella figura professionale, ma semplicemente per poca conoscenza di quanto sia importante pianificare, sin dall’idea, tutto il tragitto con le varie figure professionali che parteciperanno alla realizzazione dell’impianto. Parlando di impianti industriali, è facilmente comprendibile che la complessità e i costi in gioco siano rilevanti e l’errore costi caro.


La progettazione è una delle voci di costo di un impianto.
Posso dire con fermezza che questo costo sarà ampiamente ripagato dall’investitore in termini economici, di tempo, rischio e stress. Eseguire un buon progetto per tempo e dettaglio significa vedere i problemi prima che si manifestino nel reale e porvi rimedio senza costo. La conoscenza e le abilità sono di primaria importanza, ma solo con l'esperienza tutto questo ha completamento.

La progettazione di un impianto e di un opera in generale prevede tre passaggi importanti:

  • La progettazione preliminare, che definisce i macro numeri, la fattibilità e il budget
  • La progettazione definitiva, che porta a ottenere gli elaborati necessari per la presentazione agli enti autorizzatori
  • La progettazione esecutiva, che dettaglia nei minimi particolari i numeri del progetto compresi, quindi, i computi e i capitolati


Se queste tre fasi sono seguite e pianificate per tempo, i rischi saranno saranno minori e i business plan rispettati.


L’errore più comune, toccato con mano in questi anni di lavoro sul campo, è proprio quello di saltare alcune delle fasi del progetto per giungere velocemente a definire i numeri necessari a iniziare il cantiere.
 Facendo riferimento al contesto italiano, questa fretta non coincide con i tempi della pubblica amministrazione per quanto riguarda le autorizzazioni e, spesso, porta a incorrere in grandi problemi.


La corretta pianificazione del progetto preliminare accorcia i tempi di autorizzazione, perché il professionista esperto sa quali sono gli enti che richiedono più tempo e sono più lenti dal punto di vista burocratico. Proprio a questi ultimi si deve presentare per prima la documentazione necessaria. Servono idee molto chiare e determinazione dell’imprenditore ad agire con prontezza senza nicchiare.


Il quadro è molto ampio e a volte complesso. Nel campo degli impianti che ci interessano vediamo quotidianamente l’ingresso di nuove tecnologie e l’emanazione di molteplici regole e leggi. È sempre maggiore la richiesta di specializzazione sia da parte dei progettisti che da parte degli installatori.

Volendo quantificare quanto detto fino a ora, basti pensare che nella costruzione di un impianto industriale del valore complessivo di 300.000 € la componente variabile di risparmio dovuta alla corretta progettazione vale non meno del 10%.


Contestualizzando il tutto, per esempio, su un impianto a biomassa, possiamo fare riferimento a:

  • Corretta scelta di componenti (es. i sistemi di filtraggio dei fumi o degli accumuli inerziali)
  • Corretto dimensionamento del piping e delle pompe di circolazione
  • Scelta di componenti "minori" e sempre sottovalutati (es. gli isolamenti termici)


Viessmann in questo si propone come figura di supporto per tutti i player in gioco, offrendo consulenza e documentazione di prim’ordine per agevolare i professionisti nel loro lavoro. In altre parole, servizi completi dalla progettazione alla messa in opera e servizio post-vendita completano l'offerta.


Technogym, Cavit, Floricoltura Pisapia e la Cantina Mori Colli Zugna sono alcune delle aziende che si sono affidate all’esperienza degli specialisti Viessmann per aumentare l’efficienza del proprio impianto.
Mettiti in contatto con un nostro esperto per capire come rendere efficiente la tua azienda o struttura per ridurre i costi fino al 30%.

Consulenza Esperto Viessmann Industriale

Categorie: Riscaldamento Industriale, Efficientamento Energetico

Davide Burrato

Scritto da Davide Burrato

Progettista termotecnico ed esperto in impianti a biomassa a servizio dell’industria, del teleriscaldamento e del settore agricolo. Riveste la carica di key account manager per Viessmann Italia.

guida-riscaldamento-aziendale
Richiesta Informazioni

Iscriviti al nostro blog